domenica 15 maggio 2011

Mini Panadas Farcite Con Le Salsicce

C'è  stato un piatto (forse ne ho già parlato) che ho apprezzato in quel di Ozieri: delle panadas in porzione singola ripiene di salsicce.
La rassegna di teatro in lingua madre per le scuole,  si concludeva con una premiazione e con un pranzo freddo, in stile "spuntino", di piatti tipici della zona. Tra le cose che mi colpirono c'erano dei piccoli pani farciti del quale m'innamorai non solo per il sapore, ma anche per la forma. L'idea di portare in tavola quelle porzioni singole mi affascinava non poco. Ma negli anni ho provato solo la ricetta della panada per tutta la famiglia da tagliare a spicchi,  che tanto successo ha avuto fra i lettori, perchè insieme all'aragosta alla catalana è una delle pagine più lette di questo piccolo blog, che è una specie di dependance della mia cucina.

Per il ripieno occorre:
- salsiccia suina
- cipolla
- qualche cucchiaio di ottimo olio d'oliva
- pomodoro secco
- vino bianco secco

Per la pasta:
- farina 00
- un cucchiaio di strutto
- sale
- acqua per impastare

Per il confezionamento:
- pirottine di alluminio (come da foto)

Preparazione
Premessa, per fare delle panadas perfette occorre l'esperta manualità dettata da gesti antichi, a me manca (anche perchè non è un piatto tipico delle mie zone) ammetto di essermi aiutata con un piccolo trucco.
La sera prima mettete a rosolare le cipolle affettate grossolanamente nell'olio d'oliva, aggiungete le salsicce spellate e sminuzzate, spruzzate con il vino bianco e fate cuocere, badando a non lasciare sughetto a cottura ultimata, ma solo l'olio.
Impastate la farina con lo strutto, l'acqua e il sale. Ottenete un impasto morbido e lavorabile. Fate riposare qualche minuto. Passate più volte la pasta nei rulli,  quindi posizionate allo spessore che più vi piace, stendete la sfoglia e ricavate dei dischi (io ho usato la forma di una tazza da té bassa e larga). Foderate le pirottine (non verranno completamente foderate ma non importa, serve solo per la forma.

Deponetevi le salsicce e un pezzetto di pomodoro secco. Fate aderire la pasta al ripieno.

Ricavate dei dischi più piccoli e chiudete, levate la panada dalla pirottina e deponetela su una teglia. Un volta terminato infornate a circa 200° per cinquanta minuti circa.
Mangiatele calde o tiepide mi raccomando!

3 commenti:

themasterofcook ha detto...

Rosalba sei perfida a pubblicare una ricetta così a quest'ora della Domenica.. eh eh eh

Mi piace molto l'idea delle panadine, la copierò appena possibile!

:-)

Günther ha detto...

degna conclusione di un dopo teatro, la versione bocconcino è più comoda e pratica anche perchè un bocconcino tira l'altro.. :-))

Anonimo ha detto...

questa ricetta è perfetta per questo concorso: http://www.santacristina1946.it/node/add/itinerario.
hai già la ricetta e il luogo: Ozieri!! :) si vince un week end gastronomico in un bellissimo agriturismo toscano!!
oriella

Posta un commento