domenica 6 marzo 2011

Focaccia ripiena di bietole selvatiche

Ancora un piatto con una verdura spontanea. Questa volta protagonista è la bietola selvatica. Le abbondanti e continuate piogge ci permettono di raccogliere le bietole, per le nostre preparazioni casalinghe, compresi ottimi minestroni, torte salate e focacce. Le bietole selvatiche si distinguono per la costa sottile e rossiccia, la parte verde è corta, quelle coltivate hanno le coste larghe e bianche, con la parte verde più lunga.
Colpisce di questa verdura la sua esistenza da sempre nella dieta umana, senza scendere nel dettaglio si ricordano le proprietà antianemiche, emollienti, lassative e rinfrescanti. La bietola non è in realtà una verdura amatissima, ad esempio preparata nel più classico dei modi, lessata e condita con olio e aceto, non riscuote tanto successo soprattutto fra i bambini. Di fatto è un cibo povero, ma proprio per questo di questi tempi mi pare un buon modo per ritornare ad apprezzarla.
Io ho preparato questa focaccia, per il quale ho utilizzato lo strutto. Il mio problema sono le paste pronte così tanto utilizzate e così suggerite nella cucina veloce. A me quel sapore di unto non piace. E come mi è stato suggerito da diversi nutrizionisti: meglio preparare la pasta in casa con un cucchiaio di strutto di sicura provenienza. E così ho fatto. Con l'aggiunta del prosciutto ho ottenuto un pasto completo.

Ingredienti per il ripieno:
- Bietole selvatiche
- uova intere
- parmigiano
- alcune fette di prosciutto crudo
Per la pasta:
- farina
- sale
- acqua
- strutto

Preparazione
Mondate le bietole e lessatele in poca acqua e poco sale. Scolatele, strizzatele e taglizzatele, conditele con le uova, abbondante parmigiano, correggete di sale e lasciate a riposare.
Inpastate la farina, (io per una teglia di 22 cm di diametro ne ho impastato 250 gr) con lo strutto, l'acqua tiepida e il sale. Fate una palla e fate riposare.
Dividete la pasta in una pallina grande e una piccola. Stendete il fondo ottenendo un sfoglia sottile e ricoprite la teglia. Versate le bietole, livellate, stendete sopra le fette di prosciutto crudo e ricoprite con la seconda sfoglia. Chiudete bene e infornate e 180° fino a che non è dorata.
Non è pasta sfoglia ma ci somiglia!

2 commenti:

themasterofcook ha detto...

Bentornata Rosalba, cominciavo a preoccuparmi...

Hai detto due cose giuste: le bietole lessate non vanno molto, nel mio caso, perchè trattengono troppa acqua. Meglio allora inserirle in una minestra/zuppa oppure farle asciugare in padella o in una ottima focaccia come la tua.

Altra cosa: le sfogle pronte sono veloci ma il gusto spesso delude e non si sa bene con cosa sono fatte. Io però sono un pò "mandrone"... ah ah ah

:-)

Rosalba ha detto...

eh Emanuele mica ci vado io a prenderle... indovina? ci va mio marito che è appassionato, poi io le trasformo in roba commestibile.

In questo periodo sono piena di impegni e non riesco a mettere nemmeno le ricette già pronte, spero di mettermi in pari!
un bacio

Posta un commento