domenica 3 maggio 2009

Cucinare buono e veloce con i minestroni pronti

Il minestrone è un cibo andato fuori moda. Capita spesso parlando di minestra sentire giovani e un pò meno dire che non lo hanno mai assaggiato. Peccato... dovrebbero chiedere al loro intestino se è d'accordo su una scelta simile, anche perchè di solito sono le stesse persone che vanno incontro ad una serie di problemi, piccoli ma fastidiosi. In casa mia non è mai mancato il minestrone, con le lenticchie, coi ceci, con le fave secche, coi fagioli e io rispettanto la tradizione ho sempre cucinato una minestra per cena.
Ora i tempi dedicati alla preparazione del cibo in casa si sono ridotti, ma con alcuni accorgimenti è possibile cucinare dei buoni minestroni di verdure e legumi, anche senza stare ore a lavare e tagliarle le verdure. Intanto occorre distinguere il minestrone di verdure dall'acqua nel quale galleggiano tristi verdurine. Il minestrone, pur se fatto con ingredienti umili, deve assumere aspetto corposo e le verdure devono stare assieme come abbracciate, non indinstinguibili ma nemmeno continuare a essere dei singoli pezzi. Il legante del minestrone di verdure fresche è la patata, che sciogliendosi in cottura rende parzialmente cremoso il piatto.
Come fare allora perchè questo avvenga? Io ho trovato la mia soluzione mettendo a bollire la patata tagliata a dadini prima e da sola, fino a che non si scioglie e poi aggiungendo le verdure, il pomodoro, l'olio e il sale.
Pur acquistando un minestrone pronto, non uso prodotti congelati, per il quale non nutro nessuna diffidenza, ma semplicemente trovo che non hanno nessun gusto, se non quel sapore uguale di prezzemolo e piselli che hanno tutte le marche di minstrone congelato.
Acquisto un prodotto fresco confezionato dalla Cooperativa Produttori Arborea, che ritengo essere un ottimo prodotto, un misto di verdure freschissime: carote, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo nero, faglioli borlotti, sedano, zucchina, bietola, già tagliate, lavate e pronte per cucinare un ottimo minestrone.

A cottura avvenuta aggiungo un filo d'olio di oliva extravergine della produzione di casa.
Per cucinare un buon minestrone cremoso:
- fate prima bollire nell'acqua le patate tagliate a dadini da sole;
- aggiungete il minestrone, qualche cucchiaio di passata di pomodoro pelato e fate bollire a fiamma vivace per un ora almeno, cuocete di più se vi piace più cremoso;
- regolate di sale poi spegnete la fiamma;
Se vi piace fate cuocere nel minestrone qualche cucchiaio di pasta tipo conchigliette e aggiungete un filo d'olio a crudo quando è già servito nelle fondine.

Per coloro che non amano i pezzi, si può fare un passato sia con il passaverdure che non il mixer, a me pare un delitto, ma meglio che rinunciare ad un piatto di minestrone.

2 commenti:

Pupottina ha detto...

^________________^

buon lunedì

Rosy ha detto...

Buon lunedì a te Pupottina :)

Posta un commento