domenica 23 gennaio 2011

Farfalle Carciofi E Bottarga Di Muggine

La bottarga è più o meno conosciuta da tutti. Non è un elemento caratteristico delle nostre zone, che nonostante la vicinaza del mare sono più terre di pastori e minatori. La sua introduzione nella cucina di queste parti è un fatto relativamente recente. Ora ovviamente la si trova in tutti i ristoranti e nelle case, presentata in svariate maniere. Da ricordare che bottarga è altresì oggetto di contraffazione, preparata con uova di muggine provenienti dal nord Africa, spacciate per uova provenienti dai mari sardi.
E' con la pasta che secondo me va incontro alla maggior valorizzazione perchè il suo gusto deciso si stempera nel sapore morbido della pasta, non a caso la bottarga da sola senza accompagnamento non sempre incontra il favore dei commensali.
Altri abbinamenti possiamo configurarli pensando a verdure tipiche di questo periodo invernale, ad esempio il carciofo spinoso, di cui in zona si vanta una buona produzione con un'ottima richiesta anche nella penisola.
Dalla combinazione di questi due prodotti, uno di mare l'altro dell'entroterra, con richiami storici personali si è originata questa pasta dall'eccellente sapore.
Farfalle ai carciofi e bottarga di muggine:
Per due persone
- due carciofi spinosi di primo taglio
- fettine sottilissime di bottarga ben stagionata, una parte grattugiata
- olio evo
- cipolla tritata
- un pizzico di pepe
- sale
- farfalle 70 grammi a persona.

Versate l'olio in una padella bassa e fatevi rosolare la cipolla, mondate i carciofi, tagliando il gambo a rondelle, levando le prime foglie, spaccate a metà e levate la peluria interna scavando, tagliate a listarelle sottili e aggiungete tutto alla cipolla appassita, fate andare a fuoco medio aggiungendo qualche cucchiaio di acqua. Salate, pepate, spegnete, aggiungete  ancora un poco di olio a crudo (che in parte hanno assorbito i carciofi in cottura)  e parte della bottarga. Nel frattempo avrete messo l'acqua per la pasta sul fuoco, salate a bollore e versate le farfalle. Fate scaldare i piatti sotto il grill elettrico. Quando la pasta è al dente versatela nella padella e fate saltare qualche secondo aggiungendo la bottarga polverizzata. Impiattate decorando con le restanti fettine di bottarga.
Tra mare e terra si cela la saggezza del palato.

5 commenti:

themasterofcook ha detto...

Rosalba l'abbinamento carciofi e bottarga è un classico. Con la pasta è ancora più buono...

io sono tra quelli che non apprezzano la la bottarga da sola, quindi questa ricetta mi accontenta in pieno.

:-)

Rosalba ha detto...

Un piatto della nostra sardità Emanuele, per quelli come noi che non amano i sapori decisi ma le sfumature di gusto miste alla tradizione.
Grazie :-)

Sabrine d'Aubergine ha detto...

Una ricetta isolana? Ben venga... è un'accoppiata classica, che a me piace!
Sabrine

Rosalba ha detto...

E' in effetti un classico degli antipasti isolani, Sabrine. Io l'ho visto bene anche abbinato in un primo come le farfalle :-)

Gunther ha detto...

in primo complimenti per la bellezza del piatto quel verde e arancione è molto gradevole, so per certo che non è solo bello ma anche buono, e si c'è troppa bottarga in giro i caricofi delle vostre terre sono una meraviglia

Posta un commento