sabato 7 agosto 2010

Crostini Piccanti Pomodoro

In questo periodo ci sono i pomodori di campo, dalle nostre parti si trovano soprattutto  nelle piccole botteghe familiari.
E molte famiglie ancora usano fare un piccolo orto estivo per le necessità di casa e quando il raccolto è troppo allestiscono una botteguccia sulla porta di casa. Abitudine che non è possibile avere in città per  ben noti motivi e che fanno del paese per questo aspetto (e molti altri) un vivere più a misura d'uomo nonostante la mancanza di altri servizi.
Poter comprare le verdure fresche dal garage improvvisato a bottega è uno di quei piaceri irrinunciabili della vita soprattutto se li hai conosciuti fin dall'infanzia perchè è lì che la mamma ti mandava ad acquistare, un minuto prima di mettersi ai fornelli, i pomodori, le melanzane, le zucchine ... e potevi stare certo della freschezza e genuinità.

- due grossi pomodori di campo ben maturi
- aglio tritato finissimo
- sale
- peperoncino tritato
- basilico fresco a listarelle sottilissime
- origano
- olio extravergine di oliva
- quattro fette di pane abbrustolito di medio spessore

Con un coltello affilato sbucciate i pomodori, privateli dei semi e tagliate a cubettini piccoli. Metteteli a scolare in un colabrodo salate poco e  lasciate riposare. In questo modo avrete fatto perdere l'acqua. Dividete in due porzioni il pomodoro  e aggiungete in entrambe l'aglio tritato, il peperoncino tritato, il sale poi in  una il basilico e nell'altra l'origano. Venti minuti prima di mangiare abbrustolite il pane nel grill da entrambe le parti e cospargete su un lato delle fette i due composti. Disponete su un piatto di portata, versate sopra l'olio a filo e salate ancora (poco).

4 commenti:

themasterofcook ha detto...

Rosalba che tempismo. Prporio in questi giorni ho preparato qualcosa di molto simile... Domani ne posto una variante cosi vedi.. eh eh eh

:-)

Rosalba ha detto...

Emanuele sono curiosa di leggere così li provo al volo, ne ho pensato una variante anche io che proverò oggi per pranzo :-)

rosy ha detto...

Che belle cose che si fanno in questo angolo di cucina.
Quasi quasi mi siedo e consumo...anche virtualmente, accontentiamo gli occhi e con un po' di fantasia sentiamo il sapore e anche il profumo
Ciao maestra
un bacione

Rosalba ha detto...

Rosy carissima è proprio un angolo di cucina senza pretese e il profumo è sempre quello delle cucine antiche: di pomodoro, basilico, lievito, frutti che riposano nel cesto, aglio, cipolle e patate nella loro cassetta. E' la stessa cucina semplice di una volta che io non voglio cambiare perchè sarebbe come tradire lo spirito delle donne da cui ho imparato, ed è lo stesso che spero di aver trasmesso a mia figlia.

Un bacione

Posta un commento